EVP (Electronic voice phenomenona) ovvero registrare le voci dei fantasmi, suoni paranormali e misteriosi e rumori di spiriti e presenze occulte

Come per le fotografie di fantasmi e presunte entità anche il fenomeno degli EVP ricade fra i fenomeni che è possibile osservare durante un’indagine paranormale e una sessione di ghost hunting.

Lo Spirit Phone pensato da Thomas Edison

Thomas Edison affermava che:

“Nessuno sa se la nostra coscienza trapassi realmente in un’altra esistenza o in un’altra sfera, ma partendo dal presupposto (a torto o a ragione) che la vita è indistruttibile, penso che se si riuscisse ad elaborare uno strumento tanto sensibile da poter essere manipolato dalla coscienza sopravvissuta, questo strumento dovrebbe necessariamente registrare qualcosa”.

Edison si riferiva allo Spirit Phone, un prototipo di telefono per comunicare con i morti che tentò insistentemente di realizzare. 
Edison non immaginava che le sue idee non erano lontane da ciò che oggi possiamo trovare in tracce audio. Nelle puntate di “Anomalie – l’Italia occulta” ascolteremo molti suoni incredibili. I Ghost Hunters del GIAP tenteranno realmente di comunicare con spiriti deceduti o presenze non ben definite attraverso dei registratori in grado di catturare una vasta gamma di frequenze audio. Ma è davvero possibile tutto ciò? Come si fa? Sicuramente serve un’attrezzatura adeguata (e il GIAP utilizza una strumentazione altamente sensibile che ben si adatta per il Ghost Hunting!)

È quindi davvero possibile parlare con l’aldilà?

È quindi possibile registrare le voci dei fantasmi? È possibile che le persone morte riescano a comunicare con noi attraverso la voce o altri rumori? I suoni paranormali sono reali o possono essere il frutto di suggestione o pareidolia acustica? Quanto gioca il fenomeno della così detta “metafonia” e cos’è? Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza e di ordine a tutte queste domande!
Prima di proseguire però vi invitiamo ad andare in fondo a questo articolo e ad ascoltare un esempio di EVP che abbiamo tratto da una puntata di “Anomalie – l’italia occulta”. Voi riuscite a decifrare qualche parola? Commentate questo articolo con le vostre interpretazioni!

EVP (Electronic voice phenomenon). Cosa significa questa sigla?

Strumenti per il ghost hunting: quali attrezzature usare per fotografare fantasmi e registrare suoni?
Un EVP (Electronic voice phenomena) è un’anomalia che può rimanere impressa tramite microfoni e registratori audio in cui suoni e voci possono essere attribuiti a fantasmi o altre entità

La traduzione letterale è: “Fenomeni di voce elettronica”. Suona male no? Forse meglio e fare prima chiamarli semplicemente EVP (Electronic Voice Phenomena)
Ma cosa sono? Secondo alcune teorie paranormali (occhio, parliamo di pseudoscienza quindi la scienza ufficiale, ancora, non contempla tali teorie!) le presunte entità (i fantasmi, per capirci) riuscirebbero a comunicare con questo mondo imprimendo la loro voce in registratori audio. In linea teorica non serve un registratore audio particolare per catturare la voce dei fantasmi. Potrebbe bastare quello che avete in casa per ascoltare delle registrazioni straordinarie (e spaventose!)
L’aspetto più importante è successivo alla registrazione, ovvero nella fase di analisi, qui il registrato ottenuto deve poter essere suddiviso graficamente in frequenze per capire se siamo davanti ad un vero EVP. Di certo utilizzare dell‘attrezzatura adeguata e in grado di registrare una gamma di frequenze maggiore è l’ideale per poter ascoltare i suoni provenienti dall’aldilà e questo perchè quelli attendibili dovrebbero udirsi in frequenze dove qualsiasi tipo di voce e timbro non dovrebbe esistere.
Quindi – ricapitolando – un EVP non è altro che una registrazione audio in cui rumori e voci hanno un’origine incerta ottenuta in determinate frequenze, sicuramente NON umana, NON meccanica, NON ambientale e NON animale. Chi crede nei fantasmi associa questi rumori a spiriti erranti che tentano di comunicare con questo mondo. Chi è scettico semplicemente si limita ad affermare che non è possibile risalire alla sorgente del suono registrato. Chiaro? Forse no, ma non temete! Nelle puntate di “Anomalie – l’Italia occulta” ascolterete moltissimi EVP e intervisteremo anche il tecnico audio che esamina il materiale sonoro prodotto dai ghost hunters nel corso delle loro indagini paranormali e da lui avremo maggiori chiarimenti.

Cos’è la metafonia? I suoni registrato sono davvero di spiriti e fantasmi o la suggestione ci porta a sentire ciò che vogliamo?

Iniziamo con ordine: cos’è la “metafonia” o (“metafonesi”)? Diamo subito una definizione così ci capiamo subito!
L’enciclopedia online Wikipedia definisce così la parola “metafonia”

In linguistica il termine metafonesi o metafonia o umlaut indica un fenomeno fonologico che consiste nella modificazione del suono di una parola per l’influenza della vocale finale sulla vocale tonica, in un processo di assimilazione

Forse siamo entrati un po’ troppo nel tecnicismo e noi non ci occupiamo di linguistica ma di fantasmi! Cosa vuol dire tutto ciò?  Pariamo più semplicemente!
Quando parliamo di EVP il termine metafonia sottintende quel fenomeno per cui una serie di rumori e di suoni formano delle parole comprensibili grazie al lavoro del nostro cervello che associa tali suoni a parole a noi note. Semplificando ancora: ci autosuggestioniamo e crediamo sentire parole là dove esistono solo una serie di suoni e rumori sconnessi (pareidolia acustica). Più chiaro?
Quindi i suoni registrati dai ghost hunters (che ascolterete nelle puntate di “Anomalie – l’Italia occulta” sono solo il frutto dell’autosuggestione dei ricercatori? No! Non proprio! Vi spieghiamo subito il perché.

Come distinguere i suoni frutto della metafonia da EVP reali che riproducono suoni anomali, inspiegabili e rumori di presunti fantasmi?

Il tecnico audio analizza un EVP: la voce dei fantasmi
Il tecnico audio analizza un EVP: la voce dei fantasmi. Il GIAP si affida a professionisti per analizzare l’audio delle proprie indagini

Il GIAP (Gruppo Investigativo Attività Paranormali) è composto da appassionati dell’occulto e del mistero. Fra di loro nessuno ha una laurea in qualche ramo scientifico o in fisica. Per evitare quindi di autosuggestionarsi e nel tentativo di ottenere risultati attendibili, i nostri ghost hunters ricorrono al supporto di un tecnico audio esperto (che per mestiere registra e analizza registrazioni ambientali). Il tecnico di fiducia del GIAP ha un ruolo fondamentale nell’analisi degli EVP ed è lui che segnala agli investigatori del paranormale la presenza di suoni non appartenenti (apparentemente) a questo mondo o comunque di origine ignota presenti in frequenze dove non dovrebbero esistere vocalizzi.
Durante le puntate della serie dedicata ai ghost hunters italiani vedrete un’intervista esclusiva fatta a questo tecnico audio molto particolare e sarà lui stesso a spiegare cosa accade durante una sessione di EVP. Anche il GIAP vi spiegherà quali precauzioni prendono per evitare di incappare nel fenomeno della “metafonia”. Dovrete attendere l’uscita della serie per poter scoprire altro!

Ascolta un esempio di EVP! Ascolta la registrazione della voce di un presunto fantasma! Cosa dice secondo voi?

Non vogliamo lasciarvi però a mani vuote e vogliamo regalarvi un esempio concreto di EVP. Guardate il video qui sotto. La registrazione è tratta da una delle puntate di “Anomalie – l’Italia occulta” ed è stata effettuata dal GIAP durante una delle loro indagini paranormali a caccia di fantasmi e anomalie. Cosa sentite voi? Quali frasi avrà pronunciato la presunta entità? Alcune sono obiettivamente difficili da comprendere…ma una frase è chiarissima! Riuscite a decifrarla? Lasciate un commento con la vostra interpretazione…noi non vogliamo influenzarvi in alcun modo…la metafonia è sempre in agguato!!! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.